Soho House Roma

Committente | Gruppo Barletta S.p.A.
Periodo | 2019 – in corso
Incarico | Progettazione esecutiva, Direzione dei Lavori
Località | Roma, via Cesare De Lollis

Il brand dell’ospitalità londinese Soho aprirà una propria struttura a Roma nel quartiere San Lorenzo, a due passi dalla Stazione Termini. L’edificio, in corso di realizzazione, si svilupperà su undici piani fuori terra e tre livelli interrati. Questi ultimi ospiteranno i locali tecnici, l’autorimessa, gli spazi di servizio per il personale e i magazzini.

I piani da terra al decimo alterneranno invece camere, appartamenti e servizi collettivi: ristoranti, lobby bar, lounge, cinema, SPA, area fitness e piscina a sfioro con affaccio panoramico sulla città. L’undicesimo piano ospiterà infine i locali tecnici, in collegamento con gli impianti di estrazione aria e l’impianto fotovoltaico previsti in copertura.

Gli impianti meccanici in progetto per l’edificio saranno articolati in impianto di condizionamento – con una centrale di produzione e distribuzione dell’acqua calda e dell’acqua refrigerata unica e con una distribuzione dell’aria alle utenze mediante diverse unità di condizionamento installate prevalentemente al decimo piano -, impianto di trattamento e distribuzione dell’aria di rinnovo, impianto di estrazione dell’aria dalle cucine e impianto di termoventilazione per le cucine e gli spogliatoi del personale.

Con il progredire delle fasi di realizzazione delle opere civili vengono inoltre predisposti e sviluppati tutti gli elementi dell’impianto idrico-sanitario, di scarico e antincendio, in particolare per l’autorimessa al piano interrato.

Il criterio principale sotteso al progetto è stato la capacità degli impianti di garantire il comfort e la sicurezza ambientale, in relazione alla specifica destinazione d’uso dell’edificio.

I principi adottati per l’impostazione del progetto degli impianti elettrici possono essere invece così riepilogati: architettura di impianto flessibile, possibilità di manutenzione e conduzione degli impianti agevole e poco onerosa, possibilità di far fronte a condizioni di emergenza senza interrompere tutte le attività all’interno dell’edificio, garanzia di sicurezza e tempestività in caso di anomalia o pericolo.

Un impianto di supervisione, infine, consentirà di controllare tutti i componenti degli impianti, eseguendo manovre automatiche di messa in sicurezza, realizzando l’automazione degli impianti elettrici e gestendo la manutenzione programmata.