Palazzo dei Propilei, uffici del Vaticano a servizio dei Dicasteri

Categoria |

Committente | Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica (APSA)
Periodo | 2020 – in corso
Incarico | Progettazione esecutiva
Località | Roma, piazza Papa Pio XII

L’intervento progettuale e realizzativo coinvolge delle architetture di carattere monumentale, che appartengono alla quinta urbana che incornicia visamente la piazza della Basilica di San Pietro, sul lato che, dalla piazza stessa, guarda verso via della Conciliazione e il Tevere.

Siamo nei Palazzi dei Propilei, che occupano rispettivamente due angoli della piazza e che ospitano a piano terra alcune attività commerciali e ai quattro piani superiori gli uffici del Vaticano a servizio dei Dicasteri, alcuni archivi e diverse residenze.

La richiesta preliminare espressa dalla Committenza, in base alla quale è stato sviluppato il progetto, è di riqualificare le facciate esterne degli edifici, eliminando le macchine motocondensanti degli impianti di condizionamento autonomi a espansione diretta, attualmente visibili da piazza San Pietro e da via della Conciliazione.

In progetto, quindi, è stata prevista l’installazione, sulle rispettive coperture dei due edifici, di due centrali termo-frigorifere, ciascuna delle quali alimenterà le unità interne – una serie di fan coil – posti nei vari ambienti da climatizzare.

Si è inoltre optato per dei generatori a pompa di calore, lasciando la possibilità agli utenti di poter anche riscaldare i vari ambienti, sia durante le stagioni intermedie – quando l’impianto di riscaldamento centralizzato può non essere in servizio -, sia in caso di eventuale guasto o manutenzione dell’impianto a radiatori.

Come altri progetti curati dallo Studio Mattiucci – il restauro e il recupero di Villa Salviati a Firenze, ad esempio – anche in questo caso l’architettura storica e la struttura dei due edifici sono stati attentamente rilevati e studiati per favorire un inserimento armonico, equilibrato e rispettoso delle nuove reti impiantistiche, a sostituzione o affiancamento di quelle già presenti.